Home Uncategorized Virus dengue, scatta l’allerta anche in Italia: a Fiumicino controlli e aerei disinfettati

Virus dengue, scatta l’allerta anche in Italia: a Fiumicino controlli e aerei disinfettati

by redazione
0 comment 2 minutes read

L’allarme virus Dengue scatta in molte zone tropicali del mondo, spingendo l’Italia ad adottare misure mirate per proteggere il paese dalla zanzara vettore del virus responsabile della febbre. A Fiumicino, principale hub aereo nazionale, sono state intensificate le operazioni di vigilanza, compresa la disinfestazione degli aeromobili provenienti da Paesi a rischio. L’emergenza è dovuta al crescente numero di focolai in diverse parti del pianeta, in particolare in Brasile e in Argentina.

Virus Dengue, scatta l’allarme anche in Italia. I controlli a Fiumicino

Le autorità italiane, in risposta all’aumento globale dei casi, hanno deciso di rafforzare i controlli presso i confini. Ci si concentrerà sulle merci e sui mezzi provenienti dalle regioni ad alto rischio di contrarre la malattia. “Le circolari diffuse sono riferite a Aedes Aegipty, la zanzara vettore specifica sia del Zika che del virus Dengue”, spiega Francesco Vaia, Direttore Generale della Prevenzione del ministero della Salute. L’obiettivo principale è prevenire l’introduzione di questa zanzara nel territorio italiano, che attualmente non ne è affetto. Vaia sottolinea che l’Italia è uno dei pochi paesi europei ad adottare misure così rigorose ai confini.

In Brasile, il numero di casi di Dengue ha raggiunto cifre allarmanti, con oltre 512.000 casi probabili e 75 decessi confermati solo quest’anno. La situazione non è migliore in Argentina, dove si contano oltre 39.000 casi e 29 morti. La mappa dei paesi a rischio, pubblicata dal Centers for Disease Control and Prevention americano, evidenzia una vasta area di diffusione del virus, comprendente Sud America, Africa, Asia e Isole del Pacifico.

La Dengue è una malattia infettiva tropicale trasmessa attraverso la puntura di zanzare. Sebbene i sintomi siano generalmente simili a quelli dell’influenza, in alcuni casi può manifestarsi in forme gravi, come la Dengue emorragica, potenzialmente letale. Non è contagiosa direttamente da persona a persona, ma può essere trasmessa solo attraverso gli insetti.

Per contrastare la diffusione della malattia, sono stati intensificati gli sforzi per la disinsettazione degli aeromobili e per valutare l’opportunità di interventi straordinari di sorveglianza e disinfestazione. Nel frattempo, il vaccino contro la febbre Dengue è stato ordinato e sarà disponibile la prossima settimana presso l’Inmi Spallanzani di Roma.

Secondo Alessandro Marcello, responsabile del laboratorio di virologia molecolare dell’Icgeb, i cambiamenti climatici e gli spostamenti delle persone sono i principali fattori che favoriscono la circolazione della Dengue in nuove aree. In Europa, l’Italia ha registrato il più alto numero di casi autoctoni nel 2023, seguita da Francia e Spagna.

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno