Home Uncategorized Pozzolo positivo allo stub test: “Polvere da sparo sulle mani”

Pozzolo positivo allo stub test: “Polvere da sparo sulle mani”

by Irene Viturri
0 comment 3 minutes read

Il caso Pozzolo, al centro del dibattito politico italiano da più di venti giorni, potrebbe aver raggiunto una svolta definitiva. L’esito del test dello Stub su Emanuele Pozzolo, deputato sospeso di Fratelli d’Italia, è risultato positivo.

Questo significa che, a 22 giorni dall’incidente avvenuto durante la festa di Capodanno in provincia di Biella, le prove tecniche indicano la presenza significativa di residui di polvere da sparo sulla mano del deputato. I tamponi effettuati su mani e vestiti di Pozzolo sono stati esaminati dal Ris di Parma, che ha confermato la presenza di tali tracce.

Questo dato assume un significato rilevante, contraddicendo le spiegazioni precedenti fornite dal deputato.

Le tracce di polvere da sparo da innesco rimaste sulle mani e sugli abiti di Pozzolo aggravano la sua posizione. Attualmente sospeso dal suo gruppo parlamentare, questo risultato potrebbe influenzare gli altri protagonisti dell’incidente, tra cui Luca Campana, l’uomo colpito dal proiettile, il sottosegretario alla Giustizia Andrea Delmastro e il suo caposcorta Pablito Morello.

Il quotidiano La Repubblica ha approfondito i risultati del test, sottolineando che altri residui sono stati rintracciati negli abiti indossati da Pozzolo quella sera. Tuttavia, restano alcune domande aperte.

Lo Stub su Pozzolo

Eseguito quattro ore dopo lo sparo, ma non è stato effettuato sugli altri presenti nella sala della Pro Loco, luogo dell’incidente, né sul caposcorta Pablito Morello. La procuratrice Teresa Angela Camelio dovrà rispondere a tali interrogativi e attendere l’esito della perizia balistica per valutare ulteriormente la situazione.

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

Con l’auto contro un muretto: Carlo Ala muore a 18 anni sotto gli occhi degli amici

Nella serata del 22 gennaio, un incidente sulla strada provinciale 4 che collega Campi Salentina a Novoli ha causato la perdita di un giovane di 18 anni di nome Carlo Ala, oltre a tre feriti, due dei quali in codice rosso.

Secondo quanto riportato su LeccePrima, i giovani viaggiavano a bordo di una Fiat Grande Punto, con Carlo Ala al volante. Per cause ancora da chiarire, l’auto ha urtato contro un muretto sul lato destro della strada, compiendo un testacoda, il che ha provocato un impatto devastante.

Per il giovane Carlo Ala non c’è stato nulla da fare: è morto sul colpo.

La parte anteriore del veicolo, diretto presumibilmente verso Novoli, è stata gravemente danneggiata. Continua a leggere qui

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno