Home Uncategorized Pisa, manganellate a studenti: verifiche su una quindicina di agenti

Pisa, manganellate a studenti: verifiche su una quindicina di agenti

by redazione
0 comment 2 minutes read

Scandalo a Pisa: indagini sulle manganellate della Polizia durante la manifestazione Pro-Palestina

Un’ombra di scandalo si è abbattuta sulla Polizia di Pisa in seguito alle violente manganellate sferrate contro gli studenti durante l’ultima manifestazione a sostegno della Palestina. Un’intera squadra del Reparto mobile rischia ora di essere coinvolta in un’inchiesta giudiziaria. Secondo le informazioni trapelate, circa una quindicina di agenti, compresi il capo squadra e uno dei responsabili dell’ordine pubblico, sono al centro delle attenzioni degli inquirenti.

La Questura di Pisa ha inviato una dettagliata relazione alle autorità giudiziarie, includendo le disposizioni impartite dal questore Sebastiano Salvo in merito alla sicurezza durante le manifestazioni, gli ordini di servizio riguardanti le unità impiegate e le immagini registrate dalla polizia scientifica prima, durante e dopo l’episodio incriminato.

I pubblici ministeri pisani, guidati dal procuratore Giovanni Porpora, potrebbero procedere all’iscrizione dei primi indagati, sebbene al momento non siano ancora emerse ipotesi di reato. Le indagini sono state affidate ai carabinieri per garantire la massima imparzialità, considerando il coinvolgimento di agenti di polizia.

Parallelamente, si sta valutando la possibilità di estendere l’indagine all’intera catena di comando della Questura di Pisa, responsabile della gestione dell’ordine pubblico durante la manifestazione studentesca non autorizzata.

Anche a Firenze si sono verificati episodi simili

Cinque manifestanti sono rimasti feriti da manganellate nelle vicinanze di piazza Ognissanti. Da qui il corteo è stato deviato verso il consolato americano da Cobas, studenti e movimenti di lotta per la casa.

Il Ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, ha richiesto al capo della polizia, Vittorio Pisani, un’indagine approfondita per comprendere le eventuali lacune nella prevenzione di tali eventi.

Le indagini si concentrano sulla condotta della catena di comando durante la manifestazione. L’obiettivo è individuare chi abbia autorizzato l’uso della forza e con quale grado di intensità. L’autorità giudiziaria intende agire con tempestività, mantenendo il massimo riserbo sull’intera vicenda.

Tuttavia, il Ministro Piantedosi ha minimizzato gli episodi, definendoli “casi isolati”, e ha sottolineato che non è stata modificata la strategia di gestione dell’ordine pubblico. Ha inoltre ringraziato i sindacati per il loro contributo e ha espresso la volontà di mantenere un dialogo costante con le organizzazioni sindacali.

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno