Home Uncategorized Cariche su studenti, Piantedosi: “Regole non sono cambiate, valuteremo eccessi”

Cariche su studenti, Piantedosi: “Regole non sono cambiate, valuteremo eccessi”

by Irene Viturri
0 comment 2 minutes read

Il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, intervistato dal Corriere della Sera, ha dichiarato: “Vedere quelle immagini ha contrariato e amareggiato anche me. Quando si giunge al contatto fisico con i minorenni è in ogni caso doveroso svolgere ogni esame obiettivo su come siano andati i fatti”.

Inoltre, ha condiviso le parole del Presidente Mattarella sulle cariche della polizia sugli studenti durante i cortei per la pace a Gaza a Pisa e Firenze, affermando: “L’auspicio è che le manifestazioni siano sempre pacifiche. Fondamentale la collaborazione di chi protesta”.

Piantedosi ha ribadito la disponibilità a ogni tipo di analisi

Anche autocritica, in caso di manifestazioni che pongano dubbi sul corretto svolgimento degli eventi. Ha anche negato che siano cambiate le regole per gestire questo tipo di manifestazioni introdotte dopo il G8 di Genova. Sottolineando che si è piuttosto rafforzato quel principio.

Infine, ha evidenziato che dal 7 ottobre scorso più di mille le manifestazioni e soltanto nel 3% dei casi si sono registrati incidenti.

“È molto importante tenerlo presente ed evitare che singoli incidenti, pur gravi, vengano mai utilizzati da qualcuno per volgari strumentalizzazioni e distorte rappresentazioni della realtà”.

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

Ha un malore nel sonno, Enrico Marchetto muore a 43 anni: lascia due bimbe e la moglie

Tragedia a Falzè: Enrico Marchetto, 43 anni, sposato e padre di due ragazzine, si è spento nel sonno. Quando la moglie Laura lo ha chiamato per alzarsi, si è resa conto che qualcosa di grave era accaduto. Ha cercato di scuoterlo e ha chiesto aiuto al Suem.

Successivamente, un’ambulanza dall’ospedale di Montebelluna è arrivata sul posto e i sanitari hanno tentato di rianimare l’uomo, ma purtroppo il suo cuore si era fermato per sempre. L’infarto che lo aveva colpito nel sonno era stato fulminante.

Appena la notizia ha circolato in paese, tutti sono rimasti sconvolti.

Anche alle piscine comunali di Montebelluna, dove Enrico Marchetto aveva praticato per vari anni il nuoto agonistico con la Montebelluna Nuoto, c’era un’aria mesta. Continua a leggere qui

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno