Home Uncategorized Trovato morto nel letto a 43 anni: viveva con la madre malata

Trovato morto nel letto a 43 anni: viveva con la madre malata

by Irene Viturri
0 comment 2 minutes read

La comunità di Chianni è sconvolta, il paese è in lacrime. Gli amici sono disperati e numerose famiglie sono travolte da un dolore che si può comprendere solo nei piccoli centri abitati. Matteo Mariotti era uno dei volti conosciuti da tutti a Chianni.

La sua morte, avvenuta nella stessa circostanza tragica che anni fa portò via suo padre Mauro, ha profondamente colpito il cuore di molte persone nell’Alta Valdera.

Il 43enne è stato trovato senza vita nel suo letto, nella casa in cui viveva con sua madre, malata e incapace di percepire la tragedia che aveva colpito la loro famiglia. Sono stati gli amici, quelli di sempre, a insospettirsi dopo aver tentato di contattare Matteo senza successo. Una volta giunti alla sua abitazione, hanno scoperto il suo decesso.

Matteo Mariotti trovato senza vita dagli amici, era morto da due giorni

La morte sembra sia avvenuta circa due giorni prima. Il personale sanitario intervenuto sul posto ha constatato la situazione e avviato le procedure per la rimozione del corpo. La notizia si è rapidamente diffusa in paese, causando un’ondata di dolore.

Il Bar Centrale, luogo dove Matteo trascorreva del tempo con i suoi amici, ha chiuso anticipatamente. La sua scomparsa ha interrotto la consueta routine. Il tardo pomeriggio era solitamente il momento in cui il 43enne si incontrava con gli amici per un aperitivo e per condividere momenti di allegria. Matteo era molto legato alla sua comunità e alle sue tradizioni. Praticava il calcio, sia a livello amatoriale che nelle squadre della FIGC, e era un appassionato cacciatore di cinghiali, attività diffusa nella zona. Faceva parte della squadra “I camini”, ora addolorata per la perdita di un compagno.

Matteo Mariotti era figlio unico e, ultimamente, si occupava principalmente dell’assistenza alla madre malata. In passato aveva lavorato in un’azienda di distribuzione di bevande e prima ancora aveva collaborato con suo padre nell’impresa edile di famiglia. La causa esatta della sua morte non è ancora chiara.

Secondo le prime informazioni, potrebbe trattarsi di un malore improvviso che lo ha colto di sorpresa, privandolo della possibilità di chiedere aiuto. L’espressione “morte naturale per un 43enne” è inconcepibile e inaccettabile per coloro che lo conoscevano, i quali si trovano ora piegati dal dolore di fronte a una tragedia così improvvisa e dolorosa.

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno