Home Uncategorized Incinta all’ottavo mese di gravidanza, Laura Porta muore a 37 anni: si prega per il piccolo

Incinta all’ottavo mese di gravidanza, Laura Porta muore a 37 anni: si prega per il piccolo

by Irene Viturri
0 comment 3 minutes read

Il reparto di terapia intensiva neonatale dell’ospedale Meyer di Firenze è teatro di una lotta tra la vita e la morte per un piccolo neonato. La sua delicata condizione tiene tutti con il fiato sospeso, mentre il personale medico si impegna al massimo per garantire ogni possibile cura e sostegno al piccolo paziente.

Una tragedia devastante ha colpito una giovane donna di 37 anni, destinata a diventare mamma del piccolo Andrea il prossimo mese. Laura Porta, un’infermiera di professione e volontaria della Misericordia di Pistoia, colta da un malore la scorsa domenica sera, 18 febbraio, mentre si trovava a casa. Nonostante i tentativi dei medici dell’ospedale San Jacopo di Pistoia, Laura non è riuscita a sopravvivere alla grave emergenza che l’ha colpita.

Il piccolo Andrea, che Laura portava nel grembo, è stato fatto nascere d’urgenza tramite un parto cesareo. Tuttavia, la sua situazione è estremamente critica e si trova attualmente in gravi condizioni presso l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze.

Il dramma di Laura Porta

Laura Porta, originaria di Nuoro ma da tempo residente a Pistoia con il compagno Antonio, il padre di Andrea, stava vivendo con entusiasmo l’attesa della nascita del loro primogenito. Le loro pagine sui social erano piene di foto e momenti condivisi, testimoni dell’emozione e dell’attesa che stavano vivendo in vista del lieto evento previsto per il mese di marzo.

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

Precipita dal balcone e muore: Antonella D’Ausilio lascia il marito e due figli

Una tragedia ha scosso la tranquilla Giugliano, gettando nello sconforto l’intera comunità. Antonella D’Ausilio, una donna di circa 50 anni, nata e cresciuta nel cuore del quartiere Corso Campano, è stata portata via prematuramente dalla vita. La notizia del suo decesso ha colpito la città con una forza improvvisa e devastante, lasciando dietro di sé un vuoto profondo e doloroso.

La tragedia si è consumata a Parete, dove Antonella è caduta dal balcone della casa in costruzione del figlio. L’evento ha sconvolto amici, parenti e conoscenti, lasciando molti interrogativi sulle circostanze della caduta. Le autorità competenti stanno attualmente indagando per chiarire se si sia trattato di un incidente o di un gesto volontario.

Lascia un vuoto incolmabile nella vita di coloro che le erano più vicini, inclusi il marito e i due figli, un maschio e una femmina. Continua a leggere qui

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno