Home Uncategorized Impagnatiello torna in aula: «Testa bassa, ha visto il cadavere carbonizzato di Giulia Tramontano»

Impagnatiello torna in aula: «Testa bassa, ha visto il cadavere carbonizzato di Giulia Tramontano»

by Irene Viturri
0 comment 2 minutes read

Alessandro Impagnatiello torna in Tribunale per la seconda udienza del processo riguardante l’omicidio di Giulia Tramontano, la sua fidanzata uccisa mentre era incinta di sette mesi del loro figlio Thiago.

L’ex barman di 31 anni è accusato di omicidio aggravato da premeditazione, crudeltà, futili motivi, dal vincolo affettivo, di occultamento di cadavere e procurata interruzione di gravidanza. Oggi, 12 febbraio, saranno ascoltati i primi testimoni dell’accusa, mentre Impagnatiello segue l’udienza con la testa bassa, evidentemente scosso dall’immagine del cadavere carbonizzato di Giulia.

Impagnatiello: “Sono sconvolto”

Durante la prima udienza, Impagnatiello si era dichiarato «sconvolto e perso», chiedendo scusa alla famiglia di Giulia Tramontano. «Non chiedo che le scuse vengano accettate perché sto sentendo forte ogni giorno cosa significa perdere un figlio… chiedo che le mie scuse vengano ascoltate. Porgo scuse eterne alla famiglia di Giulia spero di non svegliarmi più al mattino», aveva detto.

La mamma di Giulia Tramontano: “Lotteremo per te”

La mamma di Giulia, Loredana, dedica parole commoventi alla figlia uccisa, promettendo di lottare per lei fino all’ultimo. Nel giorno della seconda udienza, Loredana scrive: «Amore mio, oggi si parlerà di te, di come siete stati strappati alla vita, di come con tutte le tue forze hai cercato la verità a costo della vostra splendida vita. Tu sarai sempre per noi la nostra immensamente Giulia e Thiago il nostro angelo. Lotteremo per te fino all’ultimo».

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno