Home Uncategorized Giulia Tramontano, Impagnatiello piange in aula. I familiari della ragazza: «Dategli l’ergastolo»

Giulia Tramontano, Impagnatiello piange in aula. I familiari della ragazza: «Dategli l’ergastolo»

by Irene Viturri
0 comment 2 minutes read

Nel giorno della prima udienza del processo per l’omicidio di Giulia Tramontano, accusa rivolta ad Alessandro Impagnatiello, ex barman trentenne di un hotel di lusso, l’aula della prima Corte di Assise di Milano è stata teatro di caos.

L’omicidio, avvenuto il 27 maggio 2023, ha scosso l’opinione pubblica. Prima dell’inizio dell’udienza, i giornalisti e i curiosi sono stati fatti uscire, creando tensione nell’atmosfera già carica. L’imputato, detenuto a San Vittore, è giunto all’udienza accompagnato dagli agenti della polizia penitenziaria, indossando un giaccone scuro, jeans e scarpe da ginnastica.

Durante i primi istanti dell’udienza, Impagnatiello, seduto nella gabbia dell’aula, ha versato lacrime visibili sul suo volto. Nonostante ciò, è stato vietato riprendere l’imputato, sebbene alcuni abbiano tentato di girare video. Chiara Tramontano, la sorella di Giulia, ha rivolto più di uno sguardo ad Impagnatiello durante l’udienza. L’evento si è svolto in una maxi aula della Corte di Assise d’Appello, dove telecamere e fotografi erano presenti, sebbene la decisione sull’ammissione delle riprese debba ancora essere presa dalla Corte.

La famiglia di Giulia Tramontano auspica una condanna all’ergastolo

Il legale di parte civile, Giovanni Cacciapuoti, ha dichiarato che la famiglia chiede che la “condotta sia sanzionata come merita”. I familiari della vittima, il padre Franco, la madre Loredana, il fratello Mario e la sorella Chiara, sono presenti in aula e si sono uniti nella richiesta di giustizia.

L’avvocato ed ex pm Antonio Ingroia, che rappresenta il Comune di Senago come parte civile, ha dichiarato che la scelta del Comune è “importante e coraggiosa”. Ingroia ha evidenziato la premeditazione lucida e spietata dell’accusato, paragonandola a comportamenti mafiosi e sottolineando la “precostituzione di impunità” da parte sua. Infine, ha affermato che non ci sono tracce di un vizio di mente e che c’è stata lucidità nell’intento criminale.

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno