Home Uncategorized Giovanni Barreca uccide moglie e due figli, fermato con una coppia di amici. La figlia sopravvissuta: «Hanno fatto un esorcismo»

Giovanni Barreca uccide moglie e due figli, fermato con una coppia di amici. La figlia sopravvissuta: «Hanno fatto un esorcismo»

by Irene Viturri
0 comment 3 minutes read

Giovanni Barreca, 54 anni, muratore, ha assassinato la moglie Antonella Salamone, 41 anni, e i loro due figli, Kevin, 16 anni, ed Emanuel, 5 anni. L’unica sopravvissuta alla sua furia è la figlia maggiore, una ragazza di 17 anni, trovata in stato confusionale dalle autorità, seduta sul letto nella sua stanza nella casa di Altavilla Milicia.

Le sue parole scioccanti hanno rivelato un terrore legato a elementi di fanatismo religioso: “Hanno eseguito un rito per scacciare il demonio”, ha raccontato la giovane agli investigatori.

Le prime analisi del medico legale suggeriscono che gli eventi tragici potrebbero essere accaduti venerdì 9 febbraio, ma Giovanni Barreca ha contattato i carabinieri solo nella notte di domenica. La scoperta dei contatti sul suo cellulare con una coppia di conoscenti di Palermo, fermata dalle autorità, ha sollevato sospetti su una possibile connessione tra l’omicida e Roberto Amatulli, autoproclamato “ministro di Cristo Gesù ripieno dello spirito santo”.

L’omicidio commesso da Giovanni Barreca

Si suppone che Barreca abbia ucciso la moglie e bruciato il suo corpo, i cui resti sono stati trovati nel giardino di casa. I figli sarebbero stati strangolati, forse con una catena di ferro, mentre la figlia maggiore potrebbe essere stata sedata e costretta ad assistere alla strage. “C’era il demonio in casa”, ha dichiarato l’omicida ai carabinieri per giustificare il suo gesto, evidenziando un contesto religioso distorto.

Difficoltà Familiari

La famiglia Barreca sembra aver affrontato difficoltà economiche, trasferendosi in diverse città d’Italia alla ricerca di stabilità. Dopo un periodo trascorso a Novara, si erano stabiliti a Palermo, dove avevano frequentato una chiesa evangelica. Anche se hanno abbandonato la comunità, hanno continuato a organizzare riti e incontri di preghiera nella loro abitazione.

Il ruolo di Roberto Amatulli

Roberto Amatulli, parrucchiere convertitosi durante la pandemia, emerge come figura centrale con pratiche esoteriche e promesse di guarigione miracolosa. La sua setta, promuovendo messaggi estremi, ha attratto la famiglia Barreca nel suo vortice di fanatismo religioso.

Gli amici e vicini descrivono Barreca come ossessionato da credenze religiose estreme, con comportamenti violenti e ostilità verso le immagini sacre. La sua avversione per i felini e la predisposizione a esporre la famiglia a influenze negative sono emersi nei racconti dei vicini. La tragica fine di Antonella Salamone lascia intravedere un quadro familiare distorto e doloroso.

L’arresto di una coppia di amici palermitani, sospettati di condividere il fanatismo religioso di Barreca, solleva domande sul coinvolgimento di altre persone nella vicenda. Le indagini, coordinate dalla procura di Termini Imerese, sono in corso per far luce su questa oscura vicenda che ha scosso la comunità di Altavilla Milicia.

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno