Home Uncategorized Dolore e lacrime a Sant’Anastasia: Gaetano Panico muore a soli 39 anni

Dolore e lacrime a Sant’Anastasia: Gaetano Panico muore a soli 39 anni

by Irene Viturri
0 comment 2 minutes read

La comunità di Sant’Anastasia è in lutto per la prematura e improvvisa scomparsa di Gaetano Panico, 39 anni, colpito da un infarto. La triste notizia ha scosso la cittadina, suscitando numerosi messaggi di cordoglio sui social media.

Sant’Anastasia OGGI ha condiviso la notizia su Facebook, esprimendo il dolore della comunità per la perdita di Gaetano.

Mario, un amico di lunga data, ha voluto dedicare un commosso ricordo a Gaetano:

“Riposa in pace Gaetano, sei morto molto giovane a soli 39 anni. Ti conoscevo dai tempi dell’asilo, quindi da 36 anni. Con te ne abbiamo fatte tante quando ci vedevamo, ci facevamo un sacco di risate insieme. Ora il dolore e le lacrime me le tengo dentro. Perché in fondo eri un grande lavoratore. Che il Signore ti abbia in gloria per tutto il bene che hai fatto.”

Il decesso di Gaetano Panico

Ha generato una profonda tristezza tra amici, familiari e conoscenti, che si uniscono nel cordoglio per commemorare la vita di una persona amata e rispettata nella comunità.

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

Giulia Tramontano, Impagnatiello in lacrime davanti al giudice: «Non vivo più, ogni mattina spero di non svegliarmi»

“Chiedo scusa della mia disumanità”. Nella giornata dell’apertura del processo per l’omicidio di Giulia Tramontano, perpetrato da Alessandro Impagnatiello, ex barman trentenne, il caos ha travolto la prima Corte di Assise di Milano. Poco prima dell’inizio dell’udienza, giornalisti e curiosi sono stati fatti uscire, e l’aula si è dimostrata insufficiente a gestire l’afflusso di persone interessate al caso.

A seguito dell’intervento del presidente del tribunale, Fabio Roia, la Corte ha preso la decisione di trasferire l’udienza nella maxiaula della prima Corte d’Assise d’Appello per garantire un ambiente più adeguato e organizzato. Le richieste di costituzione di parte civile da parte dei familiari, del Comune di Senago, dell’associazione Penelope e dell’associazione campana Polis sono al vaglio dei giudici in camera di consiglio. Continua a leggere qui

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno