Home Uncategorized Perde il controllo dell’auto e finisce contro un muraglione, Francesca Usella muore a 35 anni dopo sette giorni di agonia

Perde il controllo dell’auto e finisce contro un muraglione, Francesca Usella muore a 35 anni dopo sette giorni di agonia

by Irene Viturri
0 comment 3 minutes read

Francesca Usella, una donna di 35 anni di Orotelli, è deceduta ieri pomeriggio nel reparto di Rianimazione del San Francesco di Nuoro.

Ricoverata una settimana prima a seguito di un grave incidente stradale lungo la Statale 129, la strada Nuoro-Macomer. Nota per essere segnata da numerose croci commemorative di incidenti precedenti.

L’incidente erificato mentre Francesca era in viaggio da Orotelli a Nuoro

Sette giorni fa, ha perso il controllo del veicolo ed è uscita di strada, schiantandosi violentemente contro un muraglione. Inizialmente, le sue condizioni erano gravi, ma le funzioni vitali non sembravano compromesse al punto da richiedere il ricovero in Rianimazione. Nel corso dei giorni, il suo quadro clinico era addirittura migliorato, fino al repentino e tragico peggioramento di ieri pomeriggio.

Nonostante i tentativi dei medici di salvarle la vita, Francesca Usella ha perso la vita in modo improvviso, gettando nello sconforto l’intera comunità in cui era stimata

La notizia ha lasciato un vuoto profondo tra coloro che conoscevano e apprezzavano la donna, aggiungendo un ulteriore tassello alla triste storia di incidenti lungo la Statale 129. (Fonte: CastedduOnline)

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

Muore nel sonno a 20 anni: Napoli in lutto per Carmine Sperone

Una triste notizia ha colpito Napoli, con la scomparsa improvvisa di Carmine Sperone, un giovane di 20 anni originario di Cavalleggeri, vittima di un malore mentre dormiva, presumibilmente a causa di un infarto. Carmine si trovava in Germania per lavoro quando è avvenuto il tragico evento.

La notizia della sua morte ha scosso profondamente la sua famiglia a Napoli e numerosi messaggi di cordoglio sono stati condivisi sui social media.

Un messaggio commovente pubblicato da un familiare recita:

“A cosa sto pensando non so’, sicuramente che siamo in un incubo, uno strano scherzo del destino, dove vedi solo dolore, rabbia, una cosa assurda, pur essendo vera, purtroppo, non è giusto. Il nostro amato ed adorato nipote, diventa un angelo d’improvviso, è chi se l’aspettava, sarai sempre nei nostri cuori, e vivrai dentro di noi, nessuno dimenticherà il tuo bellissimo sorriso.” Continua a leggere qui

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno