Home Uncategorized Litiga con la fidanzata ed esce di casa: Danilo Romani trovato morto, aveva solo 24 anni

Litiga con la fidanzata ed esce di casa: Danilo Romani trovato morto, aveva solo 24 anni

by Irene Viturri
0 comment 3 minutes read

Le speranze si sono trasformate in tristezza mercoledì sera, quando i carabinieri di Alba hanno fatto una scoperta tragica nel caso di Danilo Romani, il giovane di 24 anni scomparso domenica sera.

Il corpo senza vita di Danilo è stato trovato in una cava a Località Biglini, Alba. Le ricerche erano iniziate subito dopo la denuncia di scomparsa presentata dalla fidanzata, con il coinvolgimento di forze dell’ordine astigiane e albesi, unitamente alle squadre di protezione civile, vigili del fuoco, croce rossa e volontari di Cisterna.

Danilo Romani era uscito dalla sua casa a Cisterna d’Asti dopo un litigio con la fidanzata, scatenato da una bolletta del gas dal costo inatteso

Il giovane, dipendente della Ferrero di Alba, si era allontanato a bordo della sua Golf Variant grigio metallizzato. L’ultima segnalazione lo posizionava in borgata Ronchesio, nel comune di San Damiano, focalizzando lì gli sforzi delle ricerche.

L’appello a Chi l’ha visto?

Nonostante il coinvolgimento di amici e l’apparizione del caso su “Chi l’ha visto?”, le ricerche hanno avuto una conclusione tragica. La comunità esprime il proprio cordoglio per la perdita di Danilo Romani, mentre la sua famiglia e amici affrontano il dolore di questa triste vicenda. (Fonte: LaStampa)

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

Giulia Tramontano, Impagnatiello in lacrime davanti al giudice: «Non vivo più, ogni mattina spero di non svegliarmi»

“Chiedo scusa della mia disumanità”. Nella giornata dell’apertura del processo per l’omicidio di Giulia Tramontano, perpetrato da Alessandro Impagnatiello, ex barman trentenne, il caos ha travolto la prima Corte di Assise di Milano. Poco prima dell’inizio dell’udienza, giornalisti e curiosi sono stati fatti uscire, e l’aula si è dimostrata insufficiente a gestire l’afflusso di persone interessate al caso.

A seguito dell’intervento del presidente del tribunale, Fabio Roia, la Corte ha preso la decisione di trasferire l’udienza nella maxiaula della prima Corte d’Assise d’Appello per garantire un ambiente più adeguato e organizzato. Le richieste di costituzione di parte civile da parte dei familiari, del Comune di Senago, dell’associazione Penelope e dell’associazione campana Polis sono al vaglio dei giudici in camera di consiglio. Continua a leggere qui

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno