Home Uncategorized Uccisa a Capodanno, le ultime parole di Concetta Russo al nipote con la pistola: “Cosa stai facendo?”

Uccisa a Capodanno, le ultime parole di Concetta Russo al nipote con la pistola: “Cosa stai facendo?”

by Irene Viturri
0 comment 2 minutes read

La festa di Capodanno ad Afragola è stata funestata da una tragedia quando Concetta Russo è stata colpita da un proiettile alla testa, sparato accidentalmente dal nipote Gaetano Santaniello durante i festeggiamenti. Le ultime parole della donna sono state un rimprovero al nipote per aver tirato fuori una pistola durante la festa di Capodanno.

Gaetano Santaniello ha mostrato la pistola alla zia, affermando che era scarica e mostrandole il caricatore. Tuttavia, la pistola semiautomatica Beretta modello 84F, calibro 9 corto, aveva un colpo in canna, e il proiettile è partito accidentalmente quando Concetta ha cercato di evitare il peggio.

La pistola utilizzata nell’incidente era stata rubata in provincia di Varese a metà dicembre. Gaetano Santaniello ha ammesso di aver utilizzato l’arma durante i festeggiamenti di Capodanno a casa sua ad Afragola, dove si trovava con la famiglia.

La moglie di Gaetano Santaniello è stata la prima a chiamare il 118 per segnalare l’incidente. Il marito di Concetta, presente in casa ma in bagno al momento dello sparo, non si era accorto dell’accaduto a causa dei continui botti e fuochi d’artificio della notte di Capodanno.

Il figlio di Concetta Russo

Ha raccontato che Gaetano Santaniello aveva preso la pistola per mostrarla ai parenti presenti nell’abitazione. La moglie del 46enne e la zia hanno chiesto di mettere via l’arma, ma il colpo è partito involontariamente, uccidendo Concetta Russo.

La versione di Gaetano Santaniello

Gaetano Santaniello è stato accusato di porto d’armi e ricettazione. Le indagini hanno rivelato che la pistola era stata rubata due settimane prima a un cittadino cinese in provincia di Varese, che aveva denunciato il furto.

L’indagato ha dichiarato, come riporta il Giorno: “Non volevo usare la pistola, mi hanno convinto mio zio e mio cugino a tirarla fuori. L’ho comprata per sparare a fine anno, non so se era a salve o a proiettili, non la volevo usare, ma hanno insistito loro. Non l’ho fatto apposta, è partito da solo il colpo, lo sanno tutti che non ho fatto di proposito”.

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno