Home Uncategorized Chiara Ferragni, ancora guai. Codacons: «Si indaghi anche su Oreo e le iniziative contro il Covid»

Chiara Ferragni, ancora guai. Codacons: «Si indaghi anche su Oreo e le iniziative contro il Covid»

by Irene Viturri
0 comment 3 minutes read

Il Codacons ha presentato un nuovo esposto riguardante Chiara Ferragni e l’operazione di beneficenza “Oreo”. L’associazione ha dichiarato che l’Antitrust e le Procure della Repubblica dovrebbero indagare sulla campagna di solidarietà che ha coinvolto l’influencer.

In particolare, nel 2020, Chiara Ferragni ha pubblicizzato su Instagram una capsule collection realizzata in collaborazione con l’azienda Oreo, denominata “Capsule collection limited edition Chiara Ferragni by Oreo”. L’influencer ha dichiarato che il 100% del ricavato delle vendite sarebbe andato in beneficenza per iniziative contro il coronavirus.

Il Codacons non molla: Chiara Ferragni e i rapporti con Oreo

Sostiene che esistono rapporti commerciali tra Chiara Ferragni e l’azienda Oreo, evidenziati da contenuti su Instagram in cui la Ferragni sponsorizza prodotti Oreo con la dicitura “Adv” (pubblicità). Questo connubio tra beneficenza e sponsorizzazioni a pagamento richiama l’attenzione dell’associazione, specialmente dopo la sanzione dell’Antitrust nel caso Balocco.

L’associazione ha presentato un esposto all’Agcm e alle Procure che stanno già indagando sul cosiddetto “pandoro-gate”, chiedendo di estendere le indagini anche all’operazione Oreo.

Inoltre, il Codacons ha inviato un’istanza d’accesso all’azienda Oreo e al Governo per ottenere informazioni dettagliate sulla capsule collection, compresi i proventi delle vendite, le somme destinate in beneficenza, i soggetti beneficiari, le modalità di assegnazione delle donazioni e le attività svolte per verificare l’utilizzo effettivo dei fondi raccolti.

Le altre notizie di cronaca

Addio alla piccola Marika Soru, morta a soli 16 anni sotto gli occhi del padre e della sorellina

La città di Porto Torres si è svegliata questa mattina sconvolta dalla tragica morte di Marika Soru, una ragazza di soli 16 anni. La giovane è deceduta a causa di un malore improvviso nella sua abitazione in via Alfieri, a Porto Torres.

L’incidente è avvenuto poco prima delle 22 di ieri, venerdì 19 gennaio, in presenza dei familiari, tra cui il padre e la sorellina. Nonostante l’intervento tempestivo degli operatori sanitari del 118, che sono accorsi sul posto con un’ambulanza medicalizzata, i medici hanno tentato per oltre un’ora di rianimarla senza successo.

L’autopsia sarà necessaria per accertare la causa precisa del decesso della giovane. La notizia della prematura scomparsa di Marika si è diffusa rapidamente sui social media, dove numerosi utenti hanno condiviso messaggi di addio e cordoglio. Continua a leggere qui

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno