Home Uncategorized Sgozzata nel garage di casa: caccia al killer della fisioterapista

Sgozzata nel garage di casa: caccia al killer della fisioterapista

by Irene Viturri
0 comment 3 minutes read

BOLZANO. Oggi, mercoledì 14 febbraio, scoperto un caso di tentato omicidio in Alto Adige, che ha scosso la comunità locale. La vittima, una figura molto conosciuta in città, rinvenuta all’interno del garage di un condominio, gravemente ferita ma ancora viva.

I carabinieri della compagnia di Bolzano hanno immediatamente avviato le indagini per individuare l’autore dell’aggressione.

La vittima di questo brutale attacco è Waltraud Kranebitter Auer, una fisioterapista di 61 anni. È stata ritrovata con la gola tagliata e con un versamento cerebrale nella rimessa dei garage del condominio in cui risiede, situato in via Cavour a Bolzano.

L’aggressione è avvenuta intorno alla mezzanotte, mentre i nipotini della donna si trovavano in casa, inconsapevoli dell’accaduto nonostante la porta d’ingresso dell’appartamento fosse stata trovata aperta.

Bolzano, la vittima trovata priva di sensi da un vicino

È stato un vicino di casa a scoprire la vittima priva di sensi. Attualmente, Waltraud versa in condizioni gravissime, ma fortunatamente non sarebbe in pericolo di vita. Sembra che la donna ingannata e attirata nei garage, poiché qualcuno avrebbe disattivato il contatore dell’energia elettrica.

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

Cristian Sodano, il finanziere «latin lover» ha ucciso mamma e sorella dell’ex: la lite, gli spari e la fuga di Desirèe

Il finanziere di 27 anni, Cristian Sodano, ha raggiunto la sua ex Desyrèe Amato a casa sua ieri pomeriggio, non accettando la fine della loro relazione. Una discussione è scoppiata, trasformandosi presto in una lite furiosa, con l’intervento della madre della giovane e della sorella per difenderla.

Quando Sodano ha estratto la sua pistola d’ordinanza, Nicoletta Zomparelli, di 49 anni, e Renèe Amato, di 19, si sono lanciate contro di lui per difendere Desyrèe, ma lui ha aperto il fuoco uccidendole. La tragedia, nota come “Strage di San Valentino” ha visto Desyrée riuscire a fuggire e salvarsi barricandosi in bagno, mentre Sodano è fuggito rifugiandosi a casa di un parente, prima di essere arrestato. Quando Desyrèe ha trovato il coraggio di uscire dal bagno, ha chiamato i soccorsi. Le autorità hanno trovato i corpi delle due donne con Desyrèe sopravvissuta, ma in stato di choc, nascosta in un angolo. Continua a leggere qui

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno