Home Uncategorized Bari, ritrovato sul lungomare il cadavere di un uomo. Si indaga

Bari, ritrovato sul lungomare il cadavere di un uomo. Si indaga

by redazione
0 comment 3 minutes read

Una scoperta inquietante ha sconvolto il quartiere San Giorgio, periferia sud di Bari, questa mattina: il cadavere di un uomo è stato ritrovato in un luogo abbandonato della zona.

Gli inquirenti hanno riferito che i figli dell’uomo, che viveva da solo, non avevano avuto sue notizie dalla sera precedente. Nonostante ciò, nessuna denuncia di scomparsa era stata presentata. Sul corpo dell’uomo non sono stati riscontrati segni di violenza, alimentando l’ipotesi che la sua morte sia avvenuta per cause naturali.

La presenza sul luogo del ritrovamento del cadavere del 118, delle volanti della polizia di Stato e degli esperti della scientifica ha evidenziato l’importanza dell’indagine per chiarire le circostanze della morte. Il cadavere è stato affidato al medico legale per l’esame approfondito.

Al momento, non sono stati forniti ulteriori dettagli sull’identità dell’uomo o sulle circostanze esatte del suo decesso. Tuttavia, la comunità locale è rimasta sconcertata da questo tragico evento, mentre le autorità continuano a investigare per fare luce su questa misteriosa morte avvenuta in un luogo apparentemente abbandonato.

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA
Strage Altavilla, la coppia di complici a Barreca: “Organizza fine settimana di preghiera”. Gli esorcismi già programmati

La vicenda della strage di Altavilla continua a sconvolgere l’opinione pubblica. Emergono altri particolari inquietanti riguardanti le conversazioni tra i presunti complici coinvolti nel terribile omicidio di Antonella Salamone e dei suoi due figli, Kevin ed Emanuel.

Massimo Carandente, Sabrina Fina e Giovanni Barreca, insieme alla figlia 17enne di quest’ultimo, sono stati coinvolti nelle indagini che hanno portato alla luce uno scenario di violenza e follia, apparentemente legato a un delirio mistico collettivo.

Strage di Altavilla, le conversazioni tra i presunti complici, catturate dagli investigatori, rivelano dettagli scioccanti

In un messaggio vocale, si sente la coppia di amici e il marito di Antonella Salamone discutere di organizzare un fine settimana con i figli della vittima per pregare insieme. “Il Signore non ci lascia e non ci abbandona”, afferma uno dei complici nel messaggio. Si preparavano apparentemente a un incontro con la famiglia di Barreca.

Le parole dei presunti complici suggeriscono un’inquietante combinazione di devozione religiosa e delirio. “Non lasciamo che le circostanze prendano il sopravvento”, dice Massimo, mentre Sabrina aggiunge che tutti hanno bisogno di aiuto fraterno. Le conversazioni sembrano indicare la pianificazione di un esorcismo. E’ proprio in quei momenti che la moglie e i figli di Barreca sarebbero stati uccisi dopo giorni di torture.

Le indagini continuano a cercare di stabilire le date precise degli omicidi e portare alla luce ulteriori dettagli su questo tragico evento. La figlia 17enne di Barreca, attualmente in carcere, ha fornito testimonianze scioccanti sulle atrocità commesse. Ha raccontato di come sua madre sia stata torturata a turno e di come lei stessa e suo fratello Kevin abbiano assistito impotenti.

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno