Home Uncategorized Muore nel sonno a 57 anni: Antonio Boaretto lascia una figlia

Muore nel sonno a 57 anni: Antonio Boaretto lascia una figlia

by Irene Viturri
0 comment 2 minutes read

Antonio Boaretto, titolare dello stabilimento balneare Miramare, è morto nel sonno a causa di un infarto. La sua morte ha scosso la comunità locale, e molti esprimono il loro cordoglio sui social media.

La perdita di un imprenditore così stimato e ben conosciuto è sicuramente un duro colpo per la comunità di San Benedetto del Tronto.

Il pensiero di tutta la città va alla famiglia di Tony Boaretto, in particolare alla figlia Ashia, in questo momento difficile. La camera ardente allestita presso la casa funeraria Garofano testimonia il rispetto e l’affetto che la comunità nutriva per Antonio Boaretto.

L’ultimo saluto ad Antonio Boaretto

I funerali celebrati domani, mercoledì 17 gennaio, presso la chiesa di San Benedetto Martire, saranno certamente un momento di commozione e condivisione per coloro che lo conoscevano e lo stimavano. Che Antonio Boaretto possa riposare in pace.

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

Tragico schianto tra auto e furgone, Marco Casella non ce l’ha fatta: lascia la moglie e tre figli, aveva solo 33 anni


È con profondo dolore che la comunità di Grisolia piange la tragica perdita di Marco Casella, il giovane di 33 anni coinvolto in un violento incidente sulla Statale 18 nei pressi di Cetraro. Marco, lavoratore nel settore edile e stradale, ha perso la vita a seguito delle gravissime ferite riportate nell’incidente.

Lo scontro, che coinvolgeva un’auto BMW e un furgone, ha causato la morte di Marco Casella e lievi ferite al conducente del camion coinvolto nell’incidente. Un’altra persona, un 30enne di Grisolia che viaggiava con la vittima, è stata trasferita al pronto soccorso dell’ospedale di Cetraro per le cure del caso.

I vigili del fuoco sono intervenuti per liberare Marco dalle lamiere della BMW utilizzando le cesoie. Trasportato d’urgenza all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza, Marco è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico, ma purtroppo non è stato possibile salvarlo. Continua a leggere qui

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno