Home Uncategorized Alexei Navalny, morto in prigione l’oppositore di Putin. «Malore dopo la passeggiata»

Alexei Navalny, morto in prigione l’oppositore di Putin. «Malore dopo la passeggiata»

by Irene Viturri
0 comment 2 minutes read

Il principale oppositore russo, Alexei Navalny, dichiarato morto mentre si trovava in prigione, secondo quanto riportato dall’agenzia russa Tass.

Le cause della sua morte sono attualmente oggetto di indagine da parte delle autorità russe. Navalny, 47 anni, era detenuto dal gennaio del 2021 e si è sentito male dopo una passeggiata all’interno del carcere.

Secondo quanto comunicato dal servizio penitenziario nazionale russo, Navalny ha perso conoscenza poco dopo la passeggiata. E nonostante i tentativi di rianimazione da parte del personale medico, confermato il suo decesso. Le autorità stanno ancora indagando sulle cause della morte.

La risposta dell’Unione Europea non si è fatta attendere

Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha dichiarato che il regime russo è l’unico responsabile di questa tragedia. Ha elogiato Navalny per la sua lotta per i valori della libertà e della democrazia, esprimendo le condoglianze alla sua famiglia e a tutti coloro che combattono per la democrazia nel mondo.

D’altra parte, il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha dichiarato che il presidente russo Putin informato della morte di Navalny, ma che al momento non sono note le cause del decesso. Anche la portavoce di Navalny, Kira Yarmysh, ha dichiarato di non avere ancora notizie dirette sulla morte dell’oppositore e che l’avvocato di Navalny sta dirigendosi verso il luogo della detenzione per avere ulteriori informazioni.

Alexei Navalny, noto per le sue posizioni critiche verso il governo russo

Ha più volte sostenuto la necessità di un dialogo costruttivo con i Paesi occidentali e si è schierato a favore della legalizzazione dei matrimoni omosessuali in Russia. Nel 2020 è stato vittima di un avvelenamento con l’agente nervino Novichok, mentre nel 2022 è stato condannato a 9 anni di carcere, successivamente aumentati a 19 anni nel 2023. La sua morte ha suscitato sgomento e preoccupazione a livello internazionale.

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno