Home Uncategorized Addio a Matteo Pittana, il giovane strappato alla vita a soli 20 anni

Addio a Matteo Pittana, il giovane strappato alla vita a soli 20 anni

by Irene Viturri
0 comment 2 minutes read

Gemona del Friuli dice addio a Matteo Pittana. Programmati i funerali del giovane di 20 anni, tragicamente scomparso nell’incidente automobilistico avvenuto nella notte tra il 18 e il 19 febbraio nel Ledra.

A darne il triste annuncio il fratello Thomas, la mamma Rosita, il papà Luca e tutti i famigliari, sommersi da un infinito amore.

L’ultimo saluto a Matteo Pittana

Le esequie si terranno giovedì 29 febbraio alle ore 15 presso il Duomo di Gemona, dove sarà possibile rendere omaggio a Matteo a partire dalle 14:15. L’intera comunità si fermerà per salutare il giovane, ampiamente conosciuto per il suo coinvolgimento attivo nella vita del paese.

Gli altri due occupanti dell’auto, insieme a Matteo, indagati per omicidio stradale (il conducente del veicolo) e omissione di soccorso (entrambi), ritenuti responsabili della tragedia.

Tuttavia, l’ipotesi di omissione di soccorso potrebbe essere revocata o attenuata alla luce dei risultati dell’autopsia, che hanno indicato che la causa del decesso di Matteo non è stata l’annegamento, ma le lesioni riportate nell’incidente.

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

Sarno, muore ragazzo di 14 anni: Michele era stato dimesso dall’ospedale poche ore prima, aperta un’inchiesta

Questa mattina a Sarno si è verificata una tragica perdita che ha scosso la comunità locale. Un giovane studente del posto, di soli 14 anni, identificato inizialmente solo con le iniziali M. A., e poi reso pubblico attraverso l’annuncio funebre pubblicato su Facebook dalla pagina La Sarnese Onoranze Funebri, Michele Annunziata ha accusato un grave malessere durante le prime ore del giorno. Secondo quanto si apprende il ragazzo aveva forti vomiti e non riusciva in alcun modo a riprendersi.

I genitori hanno prontamente deciso di trasportare il ragazzo all’ospedale Martiri di Villa Malta. Ma dopo una valutazione iniziale da parte del personale medico, il giovane è stato rilasciato. Tornato a casa, la situazione non è affatto migliorata. I continui vomiti sono peggiorati tanto da spingere i genitori a recarsi nuovamente in ospedale. CONTINUA A LEGGERE QUI

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno