Home Uncategorized Strappato alla vita a 18 anni per una sfida ‘social’, l’addio a Lorenzo: sognava di fare il meccanico. Indagato il cugino che guidava la Ford

Strappato alla vita a 18 anni per una sfida ‘social’, l’addio a Lorenzo: sognava di fare il meccanico. Indagato il cugino che guidava la Ford

by Irene Viturri
0 comment 3 minutes read

Ormelle, in provincia di Treviso, in lutto per la dipartita di Lorenzo Pjetrushi , il giovane si è spento a soli 18 anni gettando nel dolore e nello sconforto la sua famiglia e tutti coloro che lo hanno conosciuto. 

A darne il triste annuncio la mamma, il papà, il fratello, la sorella, i nonni e parenti tutti.

L’ultimo saluto a Lorenzo Pjetrushi

I funerali si terranno avranno luogo giovedì 1 febbraio alle ore 14.00 nella Chiesa Parrocchiale di Ormelle.

Il tragico incidente

La tragedia è avvenuta il 20 gennaio scorso, quando Lorenzo stava cercando di misurare la sua capacità di rimanere in piedi sul cofano dell’auto guidata dal cugino, simile a una sorta di sfida in stile “surfing”. Purtroppo, ha perso l’equilibrio ed è caduto sull’asfalto, venendo poi travolto dalla stessa auto guidata dal cugino.

L’incidente si è verificato a Cimadolmo, nella provincia di Treviso, in via dello sport, intorno alle 23:00. Lorenzo si trovava con quattro coetanei, di cui tre nell’auto e uno sul cofano. Queste “sfide” pericolose, spesso diffuse tra i giovani che si filmano mentre compiono gesti rischiosi, durano generalmente poco. I soccorsi sono stati immediatamente chiamati dagli amici del ragazzo, e sul posto sono giunti un’ambulanza, un elisoccorso e un’auto medica. Lorenzo è stato trasportato in codice rosso all’ospedale di Treviso, ma le sue condizioni erano disperate fin dall’inizio. Questa sera, dopo nove giorni di agonia, il giovane non ce l’ha fatta.

I carabinieri, intervenuti dopo i soccorsi per i rilievi e la ricostruzione della dinamica, hanno sequestrato l’auto coinvolta nell’incidente. Il cugino, che guidava la Ford Focus, è ora indagato. La triste vicenda mette in luce i pericoli associati a sfide imprudenti e comportamenti rischiosi, particolarmente diffusi tra i giovani che cercano di immortalare queste “prodezze” con i loro telefoni cellulari

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

La festa di compleanno poi lo schianto contro un pilastro: sono Gessica e Francesco i due giovani morti. Lei aveva appena compiuto 23 anni

Nella notte tra martedì e mercoledì 31 gennaio, una tragedia ha colpito Rosarno, vicino Reggio Calabria, con la morte di due giovani di 23 anni, Francesco Giovinazzo e Gessica Mulà, in un incidente stradale.

L’auto che viaggiavano, una Fiat 500, si è schiantata contro un palo, causando la morte immediata di entrambi. Un terzo passeggero, cugino del conducente, è rimasto gravemente ferito. I tre erano degni dalla festa di compleanno della ragazza.

Secondo quanto ricostruito dall’Ansa, i ragazzi erano appena usciti da un locale dopo aver festeggiato il compleanno della giovane vittima. Continua a leggere qui

You may also like

Leave a Comment

Chi Siamo

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie sulla tua provinvia!

Ogni Voce, Ogni Storia, Ogni Giorno